Per tradizione o anche solo per gioco quando si avvicina l’anno nuovo si è pieni di buoni propositi. Poi il primo gennaio è semplicemente il giorno dopo il 31 dicembre è tutto va rapidamente a ramengo….. ma questa è un’altra storia.

Il buon proposito che vi vogliamo raccontare oggi e che speriamo abbia un seguito è il biciplan della citta metropolitana di Milano.

Uscito a novembre rappresenta una svolta epocale, non tanto perchè tra i buoni propositi dell’amministrazione ci sia la realizzazione di una rete ciclabile di 750 km, quanto perchè si pensa alla bicicletta come ad un mezzo di trasporto che ha le sue peculiarità e le sue infrastrutture. Un mezzo di trasporto con una sua identità e una sua dignità.

Allora il buon proposito per il 2022, per noi, è ribaltare la sudditanza psicologica che abbiamo verso l’auto. Pensateci bene, dovesse capitarvi di andare a prendere un diciassettene alle due di notte fuori da una festa: andate in auto tutto bene, andate con una #cargobike: “E va bhe, ma allora poteva pedalare..”

L’operazione è la stessa, nel primo caso si muovono 1000 kg per spostarne 100 ed è socialmente accettato, nel secondo se ne muovono 50 per spostarne 100, ma si priva il diciassettenne di qualcosa ancora non ben chiaro.

Se volete approfondire il biciclpaln trovate tutto qui: