Poco meno di un anno fa uscivamo da un periodo duro e inaspettato (non che i mesi successivi siano stati semplici) con un gran desiderio di stare all’aperto e con un po’ di paura del contatto fisico. Per chi non poteva stare a casina in smartworking muoversi in bici pareva la soluzione. Una scoperta per molti e una scommessa per alcuni datori di lavoro che hanno deciso di investire in piccole flotte aziendali.

Abbiamo scelto e fornito alcune bici a pedalata assistita a Sce Project e dopo un anno abbiamo provato a capire come è andata l’esperienza. Ecco dalla loro viva voce alcuni spunti:

Chi siete?

Siamo una società di Ingegneria punto di riferimento nel settore del Project & Construction Management e della Progettazione integrata, che fornisce servizi su misura in Italia e all’estero.

Da quanto usate la bici per spostamenti di lavoro?

La nostra sede è situata in una zona non propriamente centrale, quindi l’e-bike agevola negli spostamenti di lavoro evitando lo stress del classico traffico delle auto e la difficoltà del trovare parcheggio. Le usiamo da quasi un anno.

Perché una bici a pedalata assistita?

La pedalata assistita permette naturalmente di essere più veloci rispetto alla pedalata non assistita, è più comoda e si va con meno fatica. La città di Milano agevola l’utilizzo di questo mezzo e quindi sostiene la mobilità sostenibile grazie all’aumento delle piste ciclabili.

Perché delle biciclette da usare in sharing e non delle bici personali?

La società ha deciso di aderire a questo progetto di e-bike sharing proprio per offrire questo servizio a tutti i suoi dipendenti che si dichiarano soddisfatti dell’iniziativa e dell’utilizzo del mezzo. La scelta è stata motivata dalla volontà di dare un contributo all’ambiente, star meglio fisicamente e risparmiare tempo.

Come sono andati questi mesi di esperienza?

I collaboratori che le utilizzano sono entusiasti di questa iniziativa che permette di avere a disposizione questo tipo di mezzo direttamente in ufficio. Qualcuno era abituato ad utilizzarla anche per venire a lavoro; tanti invece pur avendola magari a casa, abitando lontano, non possono usarla per questo tipo di spostamento ma fa piacere trovarla in ufficio e approfittarne per muoversi una volta in sede.

Pensate di continuare a muovervi in bici negli spostamenti di lavoro?

Dal nostro studio si arriva in centro in 25’ senza scapicollarsi e se lo si confronta con il tempo dell’auto più la ricerca del parcheggio, risulta vantaggioso quindi decisamente si. Inoltre, va considerato anche il risparmio economico che portano (le lunghe soste a Milano possono essere onerose…).

Alcuni di voi che non usavano la bici normalmente hanno cominciato ad usarla anche oltre il lavoro?

Oltre a usarla per motivi professionali, molti approfittano della presenza delle bici per godere dei parchi situati nei dintorni dello studio, quindi evadere in pausa pranzo dal contesto urbano e fare movimento oppure semplicemente pranzare immersi nel verde.